Rubar l'inventiva altrui senza citar la fonte e spaccirla per propria bravura...attira la iattura!!!

La Strega rivela:
Rubar l'inventiva altrui senza citar la fonte e spacciarla per propria bravura...
...attira la iattura!!!


Ogni immagine ,testo o segno grafico
presente in questo sito,
dove non espressamente segnalato,è da considerarsi
frutto dell'inventiva dell'autrice del blog...
Pertanto soggetto alle norme che tutelano i diritti d'autor
e(legge n. 633/1941 e successive modifiche).
Non Autorizzo alcuna riproduzione anche parziale ,senza preventiva richiesta!

venerdì 25 febbraio 2011

Macaron?..No grazie,io mangio italiano!

biscottini "dolci ricordi"


Ma perchèccàvolo,mi chiedo ,io debba assaggiare un pasticcino che( dicono )al sapore ricordi quelli alle mandorle di tradizione siciliana(solo un po più "cruditè"),quando ho gli originali,a mezz'ora di lavoro,e soprattutto NON COSTANO ASSOLUTAMENTE 2 EURO e MEZZO al pezzo?????e infatti MI RIFIUTOOO e NON li assaggio!!ECCO!!!E in più che faccio?...condivido con voi la ricettina fresca-fresca appena ereditata dal mio zio maestro della pasticceria siciliana,che oggi ha voluto concedermi qualche ora della sua preziosissima esperienza!!!
Solo a  sentire  il profumo delle mandorle mi viene da pensare a quando ragazzina appassionata di dolci mi rifugiavo nel laboratorio dello zietto a guardarlo sfornare le più meravigliose delizie che si possano immaginare...ancora non sapevo che volevo fare la pasticcera,o meglio,lo sapevo bene,ma pensavo con l'ingenuità tipica delle bambine che il lavoro in nessun caso potesse mai essere anche un'amore grande...e chissà perchè, lo associavo a qualcosa che turba un pò...assolutamente non ad una cosa meravigliosa che ti riempie dentro passando per tutti "i sensi":Avete mai assistito allo sfornar di una teglia di pasticcini fragranti prendendone uno al volo???...satura l'olfatto... riempie lo sguardo... mentre il rumorino croccante che fa al solo sfiorarlo ti prepara all'esperienza sublime del mangiarlo...e...SBAAAMMM!!!...i cinque sensi storditi in un colpo!!!e tutto attorno,il mondo rallenta e si ferma per un pò: giusto per il tempo di un pasticcino!
Bene,oggi a lezione con lo zio,complici iprofumi che si espandevano nell'aria e che da sempre veicolano le memorie più nascoste,mi si è rispalancata sul cuore questa meravigliosa finestra fatta di un mosaico di immagini che velocissimamente, al tempo dei ricordi mi hanno portato indietro e poi di nuovo lì,davanti al viso del mio zietto,forse con qualche ruga in più ma sempre sorridente e profumato di quegli odori che solo chi passa la vita come lui tra le essenze più magiche può emanarrr!!!...e questa volta però, ben consapevole che    "da grande",farò la pasticcera!!!

Ecco la ricetta:

250 gr di farina di mandorle 350gr di zucchero  2 albumi medi o 3 piccoli(ma dosateli con cura...l'importante è che l'impasto regga la decorazione con la sac a poche!...quindi cominciate con un albume e mn mano unite il resto...)  un cucchiaio di essenza di mandorla amara!
miscelare la farina allo zucchero e un albume più l'essenza di mandorla amara,mettere il tutto sulla spiana di legno e aggiungere l'altro albume mescolando con le mani...l'impasto risulterà un pò "colloso...ma la consistenza è quella giusta!Accendete il forno stabile a 170°
Da quì con lo stesso impasto due tipi diversi di pasticcini:Per farli così (Fig 1):


Fig.1 effetto "laccato"
Riempite una sac a poche e fare su una teglia delle noci d'impasto della forma che preferite (io le ho fatte a rosetta e a cuore con una metà di mandorla proprio nel centro!)e ricordandovi di distanziarli per bene perchè gonfieranno fino quasi al doppio della misurra iniziale!... lasciateli cuocere per 25 -30 minuti controllando che non si scuriscano troppo ma imbiondiscano appena,mentre nel frattempo preparerete uno sciroppino con 100gr di zucchero e 100 gr d'acqua che bollirete per un paio di minuti e che spennellerete sui biscottini appena sfornati per dargli un bell'effetto laccato!
Invece per averli così (fig.2 ):
Fig 2 effetto "cracklè"


Procedete come sopra ma,prima d'infornarli,cospargeteli di abbondante zucchero al velo e avrete questo bellissimo effetto "cracklè"!
Se non vi va di lavorare con la sac a poche,potete,inumidendovi bene le mani di volta in volta,fare delle palline tipo polpette e poi "impanarle" nello zucchero a velo abbondantemente e poi in teglia e...in forno!
L'idea in più:Colorate parte dell'impasto con qualche goccia di colorante vegetale..il risultato cracklè sarà visivamente splendido...(io ne  ho colorati una dozzina di rosa e di azzurro...i bambini non ne hanno lasciato neanche uno per le foto!)
 Grazie "  zio Vore""   "!Per la pazienza e i segreti che solo chi ha il dolce nel cuor ,riesce a condividere totalmente
 e senza riserve come oggi hai fatto tu con me!
il maestro e l'allieva




Con questa partecipo al contest di Milù...di cui regola principale prevede che la ricetta sia collegata in qualche modo ad un ricordo o comunque a dolci esperienze di vita vissuta...e direi che più radicata di questa ,nel mio cuore ce ne sono ben poche!
il contest di Milù

20 commenti:

  1. che meraviglia il tuo racconto... sembra di sentire il profumo di questi biscotti che sono meravigliosi... quando mi portano i biscotti con la pasta di mandorle io non resisto sono tutti miei! baci Ely

    RispondiElimina
  2. che buoniiiiiiiiii io li adoro li faccio spesso sono troppo belli i tuoi pero' :) complimenti..non metti la ciliegina rossa??

    RispondiElimina
  3. Ecco cosa hai fatto con lo zio, bellissimi! Ho giusto degli albumi in frigo della crostata di ieri sera (tu non sai ma mio marito odia le tazzine in frigo piene di albumi!) e ti copio subito. Bellissimo il tuo post, emozionante. Un abbraccio e buon week-end, magari tu puoi goderti per bene una giornata di sole caldo.

    RispondiElimina
  4. Bravissima per la tua buonissima ricetta e per aver centrato in pieno il contest!
    Grazie per aver partecipato! E in bocca al lupo...intanto mi rubo questa ricettina!

    RispondiElimina
  5. Ma che brava che sei! Il tuo blog è davvero carinissimo, grazie per aver partecipato al mio candy! Buona domenica!

    RispondiElimina
  6. @Ely:capita anche me,sapessi quanti ne ho mangiati io ieriiii!!!!!
    @Terry:mannaggia...la frutta candita ho dimenticato di comprarlaaaa,mio zio è rimasto a riflettere se farli anche senza per una decina di minuti buoni!!!
    @Mariacristinaaaa...NEVICAAAA!!!!!
    @Sandra:grazie a te per l'occasione splendida!!!

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia questa ricetta! grazie per averla condivisa, prendo nota...mio marito li adora questi pasticcini! il burro salato lo trovi sul sito Fattorie Fiandino, ma probabilmente anche di altre marche al supermercato...però quello Fiandino è super, io lo mangio cosi...non resisto! Un bacione e grazie delle tue visite!

    RispondiElimina
  8. Grazie Aria...lo devo troppo assagiare prima che l'estate prema troppo sulle curve!!!P.S. e come potrei non passare spesso da te,sei fa-vo-lo-sa???

    RispondiElimina
  9. I nostri dolcini non hanno niente da invidiare a quelli dei nostri vicini francesi.
    Ottimi!
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  10. ma si che ce la puoi faaaaaa'''...dai!!!datevi da fare!!!i figli son la cosa piu' bella di questo mondo...certo...ci vuole tanta di quella pazienza ma le gioie e le soddisfazioni sono tante!!!!grazie per essere passata da me...a presto!!!

    RispondiElimina
  11. hanno un buonissimo aspetto complimenti

    RispondiElimina
  12. sembrano veramente molto buoni ^^

    RispondiElimina
  13. grazie a tutte,soprattutto per essere passate a trovarmi!!!!mi accorgo che queste "dolci tracce" del vostro passaggio mi fanno sempre più allegraaa!!!;°*

    RispondiElimina
  14. Sorellina!!!nn siamo su facebk,ma a me tutta sta storiellina "mi piace!"
    Ps:mica sapevo nulla di sta passione... e addirittura c hai fatto un blog!!!brava 1000 baci evviva Blasco;)

    RispondiElimina
  15. che dire Terry..mi hai portata indietro nel tempo..quando anche io ho avuto la fortuna di entrare nella pasticceria di tuo zio ed assaggiare le sue squisitezze appena sfornate ,,, mhmhmhm che profumo ,,, e che bontà... :-) complimenti x il tuo blog,,, sei proprio brava ,,, la gioia e la bontà che da sempre hai nel tuo cuore,,si avvertono anche in ciò che scrivi ... x questo sei speciale ! un beso.ely

    RispondiElimina
  16. @Ely:...Che dire?...ti voglio tanto bene!!!Hai da sempre un posto speciale ed al calduccio nel mio cuor!I tuoi occhioni e le loro ciglia infinite sono impressi nella mia memoria tra i miei ricordi più cari, e ci resteranno!!!baaaciiii!!!!
    @"Sorellina":grazie al cielo di "sorelline" ne ho sparse per tutta italia e sono tutte dolci come te...Quindi mi perdonerai se non ti riconosco al volo...Blasco ringrazia e prende volentieri tutti gli "evviva" del mondo saltellando a braccia alzate!!!Grazieeee!!!

    RispondiElimina
  17. @ "sorellina":ops,che scema che sono!!!...
    E' verissimo che sono piena di "Sorelline"...ma di fratellini in giro per l'Italia ne ho UNO solo:CIAO VI'!!!!!!!

    RispondiElimina
  18. Ecco, quello che mi mancava è il prezzo dei macarons e pensa che quando sono venuta a Bologna in quella pasticceria in cui ho fotografato....quelle torte...........li ho visti, belli sono belli, ma se i prezzi sono questi, mangiamo italiano che è meglio!!!!
    E brava la mia Teresa!

    RispondiElimina
  19. Vero che sì,Tamara???...mamma mia,se mi prende madame "Carlà" Bruni ...mi sculaccia per pubblicità-regresso nei confronti delle specialità francesi!!!...Effettivamente nelle vetrine son proprio esposti a mò di gioielli,peccato che dei gioielli abbiano pure il prezzo!!Baciiii!

    RispondiElimina
  20. Teresa, leggendo le tue parole mi sono commossa perchè so che quello che scrivi lo pensi davvero.
    Sei bella fuori ma molto di più dentro.
    Rimani sempre come sei.
    TVB Mamma Carmela

    RispondiElimina